Il comignolo

venerdì, agosto 13th, 2010 No Commented

La scelta del comignolo deve tener conto di regole, leggi e parametri rigidi per rispettare i tanto severi quanto giusti criteri di sicurezza

I comignoli sono componenti fondamentali del camino e dell'intero sistema che prevede lo scarico dei prodotti della combustione , permettendo la ottimale dispersione dei fumi nell'atmosfera, indipendentemente dalle specifiche condizioni atmosferiche, ovvero in caso di vento, pioggia, neve, ecc. Il sistema di costruzione di un comignolo, sotto l'aspetto aerodinamico, è particolarmente complesso e al momento non sono disponibili dei degli effettivi modelli di calcolo matematico. Per studiare e sperimentare il comportamento dei comignoli, i fumisti, ovvero tecnici qualificati che si occupano, appunto, di processi di combustione, utilizzano la camera del vento. I comignoli moderni vengono costruiti in modo tale che possano autonomamente e indipendentemente da alti componenti del sistema di combustione, fornire un minimo di sicurezza affinchè i fumi possano essere eliminati all'esterno, indipendentemente dalle condizioni atmosferiche. L'attuale normativa prevede alcune regole inderogabili per la costruzione dei comignoli e cioè:
  • la facilità di dispersione dei prodotti della combustione anche in presenza di condizioni del tempo particolarmente avverse;
  • la forma dei comignoli deve essere tale da non consentire il passaggio e la deposizione all'interno del camino e della canna fumaria di pioggia, neve o altro, in particolare corpi estranei, come potrebbe essere il caso dei nidi di uccelli;
  • lo scarico dei fumi deve essere sempre garantito anche in presenza di venti e indipendentemente dalla loro direzione;
  • la sua sezione di uscita non deve assolutamente essere minore del doppio di quella della canna fumaria su cui viene inserito;
  • deve prevedere un funzionamento esclusivamente statico, che non preveda, cioè, l'utilizzo di sistemi meccanici ed anche eolici di aspirazione.
Nella costruzione di un comignolo, inoltre, si deve tenere conto del reflusso, che consiste nel fenomeno che caratterizza la specifica zona presente sulla copertura degli immobili dove, in occasione della presenza del vento, si genera una elevata pressione maggiore di quella atmosferica, creandosi così situazioni e condizioni che sono negative ai fini della fuoriuscita dei fumi. Per ridurre e limitare i problemi, si rispetta una minima quota di sporgenza, chiamata appunto, quota di sbocco che consente l'allontanamento dalla zona di reflusso. I comignoli devono essere più alti di un metro rispetto al colmo dei tetti o di qualsiasi ostacolo che sia distante meno di 10 metri. Il ruolo e la funzionalità del comignolo è, comunque, connesso a tutti gli altri elementi che costituiscono un camino e che sono:
  • il focolare, dove si posa la legna per bruciarla;
  • la griglia, posizionata sul fondo del focolare;
  • l'architrave, ovvero la parte esterna del focolare;
  • la cappa, il cui scopo è quello di favorire il tiraggio dei fumi;
  • la canna fumaria che convoglia i fumi verso l'esterno;
  • il comignolo.
Un discorso approfondito lo merita la canna fumaria che è direttamente collegata al comignolo. Le canne fumarie vengono costruite in diversi materiali, come l'acciaio, oppure in muratura con appositi materiali refrattari in grado di resistere alle elevate temperature prodotte dai fumi della combustione. È necessario che non presenti strozzature o inclinazioni superiori ai 45 gradi, è preferibile che sia dotata di sezione circolare piuttosto che quadrata o rettangolare. Se è posizionata all'esterno delle pareti perimetrali della casa e non al loro interno, è indispensabile rivestirla con appositi materiali che hanno lo scopo di evitarne il raffreddamento che potrebbe causare problemi al sistema di tiraggio. La sua altezza, così come per i comignoli, è molto importante proprio per il tiraggio che è proporzionale alla radice quadrata della sua lunghezza; da qui si deduce che più la canna fumaria è lunga, migliore sarà il suo tiraggio. Altro elemento da tenere in considerazione è l'altezza sul livello del mare dove viene collocato un camino; in montagna, infatti, è richiesto che la sezione della canna fumaria sia più grande rispetto a quella da utilizzare per un caminetto che si trova a livello del mare. Un ottimo articolo che spiega in dettaglio funzionamento e parametri dei comignoli.

Ti potrebbe interessare anche...

  1. Canna fumaria: tutto sulle canne fumarie

    Tutto quel che c’è da sapere sulle canne fumarie, elemento fondamentale da cui dipende il funzionamento corretto di tutto il camino Quando si decide di installare un comignoli sono componenti [...]

  2. Pulizia camini e canne fumarie

    La pulizia del camino e della canna fumaria è un’operazione di manutenzione necessaria ed è altamente consigliato affidarla ad esperti qualificati La pulizia dei camini è un’operazione essenziale per il [...]

  3. Installazione e montaggio camini

    L’installazione e il montaggio di un camino dev’essere eseguita da personale qualificato con competenze tecniche e in materia di sicurezza L’installazione di un camino e il relativo montaggio non è [...]

  4. Caminetti e camini in acciaio

    Un camino in acciaio è una delle migliori soluzioni per massimizzare la combustione e limitare gli sprechi L’elemento fondamentale di un impianto di riscaldamento di qualsiasi tipo è la canna [...]

  5. Caminetti e camini elettrici

    Un camino elettrico è uno strumento molto comodo, non necessita di canna fumaria e naturalmente non presentano ceneri o prodotti da combustione Pratici e comodi ma anche eleganti manufatti che [...]

Scrivi un commento