Caminetti e camini a legna

Un camino a legna è da sempre sinonimo di tradizione e calore domestico: costi contenuti e rispetto ambientale ne decretano il successo

I caminetti a legna rappresentano il primo metodo di riscaldamento adottato dall'uomo all'interno della casa. Un lunga storia fatta di tradizioni, di leggende e vita quotidiana, tanto da rappresentare il simbolo della famiglia. L'elemento essenziale dei camini a legna, è la presenza di una canna fumaria il cui scopo è quello di fare uscire all'esterno della casa i fumi che vengono prodotti con la combustione. Questo sistema che ancora oggi è fondamentale per utilizzare i caminetti a legna, fu inventato dai Normanni; prima di allora i camini venivano posizionati in apposita stanza centrale della casa, chiamata atrium e in quell'ambiente venivano anche raccolti i fumi che fuoriuscivano dal caminetto a legna. Negli ultimi anni i caminetti a legna sono tornati in auge, sia per ragioni di natura economica, grazie ai costi ridotti della legna rispetto a combustibili come il metano o il GPL, sia per un maggiore interesse da parte della società ai problemi della salvaguardia dell'ambiente e dell'ecologia, considerato che il legno è un combustibile assolutamente naturale e di conseguenza non inquinante. Le aziende produttrici di questi manufatti, hanno investito le loro risorse nell'individuare tecnologie e tecniche di costruzione sempre più all'avanguardia, in grado di dare risposte sempre più soddisfacenti alla clientela interessata a soluzioni di riscaldamento di questo tipo. Sul mercato, quindi, sono disponibili, oltre ai classici camini a legna costruiti a mano da provetti artigiani e fumisti, anche quelli definiti prefabbricati, ovvero già pronti per l'installazione all'interno della abitazione. Questa seconda soluzione è quella che ha permesso l'incremento dell'utilizzo dei caminetti a legna, in quanto i costi, a differenza dei manufatti artigianali, sono contenuti e alla portata di tutti. Due le grandi tipologie di caminetti a legna: il camino a legna a camera aperta e quello a camera chiusa.

Camini in legna a camera aperta

Il classico e tradizionale camino, tipico di tutte le iconografie che lo rappresentano. Il fronte del focolare è completamente aperto, diffondendo direttamente il calore nell'ambiente in cui è collocato. Anche il funzionamento rispecchia la tradizione, in quanto è simile ai camini di una volta, con l'aggiunta di alcuni accorgimenti di natura tecnica che hanno lo scopo di incrementare la quantità di calore, limitando al minimo la sua uscita all'esterno dell'abitazione attraverso il comignolo. Alla base di questo moderno principio, vi è il dimensionamento della canna fumaria, ovvero la necessità che la bocca del focolare del caminetto e quella del camino di scarico siano proporzionali tra loro oltre che coibentate e rivestite di appositi materiali termici che riflettono il calore. In questo modo si ottiene un buon tiraggio e i fumi, durante la combustione, fuoriescono senza problemi. Per applicare queste tecniche è, comunque necessario, rivolgersi sempre a un fumista qualificato e con comprovata esperienza nel settore.

Camini a legna a camera chiusa

È una moderna tecnologia, particolarmente apprezzata in quanto consente di trasformare i classici camini a legna in un valido sistema di riscaldamento. All'interno del camino viene inserito un monoblocco prefabbricato, contenente il braciere, realizzato con materiali come la ghisa, la lamiera di ferro e inserti in materiale refrattari, chiuso sul davanti con un uno sportello in vetro. Con questo sistema la diffusione del calore avviene in due modi, per irraggiamento diretto e per convenzione e i camini a legna ottengono numerosi vantaggi, a partire da un più elevato rendimento del calore, dalla maggiore autonomia e dalla conseguente minore gestione del fuoco. Grazie a questa tecnologia, i caminetti per legna possono anche diventare la fonte di riscaldamento per le altre stanze dell'abitazione, attraverso appositi e semplici tubi che trasferiscono l'aria calda per tutti gli ambienti. Ove si presenti la necessità, è possibile anche accelerare il trasporto dell'aria con apposite ventole elettriche, che riescono, così, a diffondere il calore in tempi più rapidi. Ambedue le tipologie di caminetti a legna, sono disponibili in versione prefabbricata, ideale per ridurre al minimo indispensabile gli interventi edili e murari e, di conseguenza, i costi di acquisto e installazione.

Ti potrebbe interessare anche...

  1. Camini e caminetti a gas

    Grazie al camino a gas è possibile godere del calore e del tepore di un caminetto a legna senza gli inconvenienti legati al deposito del legname Disporre della calda atmosfera [...]

  2. Legna per camini

    La scelta della legna da ardere in un camino è importante e possono esserci differenze abissali di resa scegliendo l’uno o l’altro tipo La giusta scelta della legna da utilizzare [...]

  3. Camini e caminetti a pellet

    Un camino a pellet è altamente ecologico e può anche non prevedere il collegamento ad una canna fumaria I camini a pellet sono la novità del settore del riscaldamento a [...]

  4. Caminetti e camini in acciaio

    Un camino in acciaio è una delle migliori soluzioni per massimizzare la combustione e limitare gli sprechi L’elemento fondamentale di un impianto di riscaldamento di qualsiasi tipo è la canna [...]

  5. Camini e caminetti d’arredo

    Un camino è un vero e proprio elemento d’arredo che ha inoltre il potere di unire famiglia e amici I caminetti oltre a suscitare la fantasia popolare attraverso fiabe, favole, [...]