Stufe a gas

Informazioni e dettagli sulla stufa a gas: stufe e gas per esterni e stufe a gas per interni

Ritenute un tempo pericolose, oggi le stufe a gas vengono realizzate e prodotte con una tecnologia d'avanguardia che a livello di sicurezza garantiscono uno standard elevato alla pari di altre tipologie di stufe. Sono particolarmente apprezzate in quanto le loro caratteristiche di leggerezza e facile trasportabilità, senza alcuna necessità di essere collegate alla canna fumaria, le rende ideali in tutti quei piccoli ambienti dove è necessario riscaldare per qualche ora della giornata come ad esempio, negozi, uffici, ecc. oppure in sostituzione, in primavera o in autunno, dell'impianto di riscaldamento centrale della casa. La loro caratteristica essenziale è la rapidità con cui producono il calore, consentendo così in pochi minuti di riscaldare un ambiente di medie dimensioni. Le stufe a gas possono essere sia per esterno che per interno. Le stufe a gas per esterno sono chiamate anche termofunghi o funghi riscaldatori. Sono stufe che funzionano con bombole a gas e che sono apparse sul mercato a seguito della legge antifumo nei luoghi pubblici. I ristoranti e i bar che hanno la possibilità di farlo, per soddisfare le esigenze dei clienti fumatori, predispongono, infatti, spesso, appositi spazi esterni, dehors e verande, e provvedono al loro riscaldamento , nel periodo invernale, con questi termofunghi. Sono stufe che riescono a riscaldare spazi sino a 25/30 metri quadri e i modelli a infrarossi, garantiscono lunga durata al combustibile, garantendo fino a 8000 ore di autonomia. Anche dal punto di vista della sicurezza assicurano la massima tranquillità, in quanto sono dotate di un apposito dispositivo che blocca in 20 millesimi di secondo, la fuoriuscita del gas in caso di caduta o ribaltamento. La normativa, comunque, prevede che stufe alimentate a gas di questo tipo possano essere inserite in locali pubblici solo se vengono rispettati determinati requisiti come ad esempio l'effettiva ventilazione naturale dell'ambiente in cui vengono collocate. Le stufe a gas da interno, sono a loro volta di due tipi:
  • stufe a gas a infrarossi che hanno la caratteristica di concentrare il calore nella parte centrale della stufa;
  • stufe a gas catalitiche il cui funzionamento prevede la frantumazione del gas in piccole particelle su tutto il pannello catalitico in alluminio trattato, garantendo in questo modo la diffusione del calore senza l'ausilio di quella esterna. La combustione catalitica, infatti, rappresenta uno tra i migliori sistemi antinquinamento. Ambedue le tipologie di stufe a gas, dal punto di vista della sicurezza sono assolutamente affidabili, in quanto sono dotate di appositi dispositivi, che non solo prevedono lo spegnimento automatico al raggiungimento di una predeterminata percentuale di anidride carbonica nella stanza, ma anche l'interruzione spontanea dell'erogazione di gas in caso di spegnimento accidentale o di eventuale ribaltamento o caduta.
  • La potenza di queste stufe può superare i 4000 watt. I consumi, variano a seconda del modello e comunque tra un massimo di 210 g/h ad un minimo di 150 g/h) così come la superficie riscaldabile. Il materiale di costruzione è generalmente di tipo metallico e, l'acciaio, è il privilegiato, grazie alle sue caratteristiche ideali per la funzionalità di stufe che utilizzano il gas come combustibile per la loro alimentazione. Molti gli optional disponibili come l'accensione pizoelettrica, il tubo di alimentazione in gomma flessibile, il rubinetto valvolato, le ruote piroettanti per un migliore spostamento della stufa a gas, il pannello autopulente, ecc. I prezzi di una stufa alimentata a gas sono, tra l'altro, particolarmente economici, con un'oscillazione che varia, secondo i modelli, da un minimo di 100 Euro a un massimo, difficilmente superato, di 250 Euro. Tra l'altro, le stufe a gas non sono soggette a specifiche norme circa la salvaguardia ambientale. Si tratta, quindi di stufe, non solo economiche ma il cui pregio è anche quello di rispettare l'ambiente e, di conseguenza, essere ecologiche al 100%. Per l'installazione di una stufa alimentata a gas , non è richiesta la canna fumaria ma è indispensabile una presa d'aria nel locale in cui viene installata la cui dimensione deve essere minimo di 100 centimetri quadrati. Per rendere ottimale un sistema di riscaldamento di questo tipo è opportuno provvedere ad installare, anche, un sistema di ventilazione che contribuisce a disperdere i gas della combustione nell'ambiente.

Ti potrebbe interessare anche...

  1. Stufe inverter

    La stufa inverter è una stufa elettronica a combustibile liquido, economica e con un ottimo livello di sicurezza Le stufe inverter sono stufe elettroniche a combustibile liquido che per il [...]

  2. Stufe catalitiche

    Una stufa catalitica è ottima per riscaldare gli ambienti, con bassi costi di gestione e alto impatto ecologico La combustione catalitica è la più "antica" tecnologia ecologica ed antinquinamento e [...]

  3. Inserti per stufe e stufe da inserto

    Un inserto per stufa, o stufa da inserto, consente di distribuire uniformemente il calore in tutti gli ambienti Prima di parlare degli inserti per stufe ricordiamo cosa sono gli inserti [...]

  4. Stufe a petrolio

    Una stufa a petrolio è comoda per riscaldare medi ambienti in tempi rapidi e uniformemente: ideali per riscaldare saltuariamente un ambiente Piccole, leggere, trasportabili ed estremamente comode, sono le caratteristiche [...]

  5. Stufe portatili

    La stufa portatile è uno strumento molto comodo, dotato di ruote che dare calore e riscaldamento ovunque si desideri Pratiche e versatili le stufe portatili sono ideali per chi cerca [...]