Stufe a legna in ghisa

Le stufe a legna in ghisa sfruttano le proprietà e vantaggi di questa lega utile per rilasciare il calore lentamente

Un materiale dalle antiche tradizioni per costruire manufatti dalla storia secolare come le stufe a legna, ovvero la ghisa. Si tratta di un prodotto, più esattamente di una lega, che deve la sua origine alla lavorazione congiunta del ferro e del carbonio che avviene negli altiforni.
Da qui la ghisa esce come materiale liquido e assume le forme specifiche e desiderate grazie agli appositi stampi dove avviene il processo di solidificazione. Dopo una seconda lavorazione e relativa fusione si giunge a produrre la ghisa che serve per la produzione delle stufe a legna in ghisa appunto.

Pratiche, resistenti e in grado di assumere le forme e gli stili più diversi, le stufe a legna in ghisa sono la tipologia più diffusa ed utilizzata dei manufatti di questo tipo che prevedono il funzionamento a convenzione.
La loro costruzione prevede un focolare contornato ad una serie di giri di fumo il cui scopo è quello di sfiorare le superfici con l'obiettivo di trasmettere il calore all'intera struttura della stufa e al suo rivestimento.
La personalizzazione e l'esclusività delle stufe a legna in ghisa è dovuta proprio al rivestimento che può essere di diversi tipi: sempre in ghisa, ma trattata con particolari vernici che hanno la caratteristica di essere termoresistenti, oppure in maiolica, ceramica o in pietra ollare.

Il rivestimento oltre che per l'abbellimento del manufatto, dal punto di vista funzionale, è molto importante per accumulare e conservare il calore per poi distribuirlo, quando la stufa in ghisa si spegne.
Le aziende e le botteghe artigiane che producono questo tipo di manufatti, dedicano una particolare attenzione al lato estetico, così come è nella tradizione secolare di queste stufe, da sempre apprezzate non solo per la loro funzionalità ma per l'aspetto artistico che le contraddistingue.
Le stufe a legna in ghisa sono dotate di una apposita valvola che consente di inviare i fumi direttamente alla canna fumaria evitando il percorso obbligato dei giri di fumo, funzione essenziale nel momento in cui viene accesa la stufa ed è essenziale che i fumi provvedano a scaldare immediatamente la canna fumaria innescando così il tiraggio necessario. La maggiore qualità delle stufe a legna in ghisa è rapportata alla loro altezza, in quanto più sono sviluppate in verticale, maggiore sarà lo sfruttamento del calore dei fumi e di conseguenza il rendimento sarà più elevato comportando un minore consumo di legna. Si veda anche la sezione generica delle stufe in ghisa.

Ti potrebbe interessare anche...

  1. Stufe in ghisa

    Una stufa in ghisa è ottima per riscaldare un ambiente in quanto la ghisa accumula velocemente calore e lo rilascia lentamente La ghisa è il materiale “robusto per eccellenza” e [...]

  2. Camini in ghisa

    Il camino in ghisa è uno dei più ricercati per ottimizzare il riscaldamento grazie alle proprietà di accumulo e rilascio del calore di questo matariale La ghisa è un materiale [...]

  3. Stufe a legna

    Una stufa a legna è utilizzata per riscaldare gli ambienti, per cucinare e anche per produrre acqua calda La stufa a legna, o stufa a legno, è un manufatto dotato [...]

  4. Stufe a legna con forno

    Una stufa a legna con forno è particolarmente indicata per cucinare: i piatti preparati con un forno a legna sono particolarmente rinomati e tornati di moda Le stufe a legna [...]

  5. Stufe antiche

    Una stufa antica è un manufatto artistico che assicura pregio e ricchezza artistica nell’ambiente in cui viene collocato Nate nell’età del bronzo, a testimonianza degli antichi manufatti trovati nei villaggi [...]